“Er mejo Candidato”

335

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Er mejo Candidato”

Stanno tutti a cercasse er candidato:
Chi dice che dev’esse bello e bionno
Chi nun sa se dev’esse secco o tonno,
Perché l’aspetto nun va trascurato.

Chi guarda tutti con granne sospetto,
E lo vorrebbe società civile
Chi dice: mejo er sesso femminile
‘Na donna po’ fa’ sempre granne effetto.

Poi ce sta’ pure chi cià l’interesse,
E questo pensa: quale me conviene?
Chi me po’ favorì ne le commesse?

Quarcuno cerca coll’acetilene
Chi nun farebbe a vòto le promesse
E vorrebbe che fosse uno perbene.

So’ tutte cantilene.
Perché ce sta ‘na sola verità:
Trovà chi po’ sarvalla sta città.

 

Pasquino dell’OC