“Er malinteso”

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Er malinteso”

Pare che quanno danno un contentino,
Levà un po’ d’erba e quarche asfartatura,
Pensano che adè un segno de bravura
E dovemo dì grazzie e fa’ l’inchino.

Poi c’è la fila come ar botteghino
Pe annà ar giornale a fa’ bella figura
Pe dì che nun so’ proprio ‘na iattura
Come da tempo pensa er cittadino.

Me viè er sospetto che c’è un malinteso:
Che chi s’è presentato all’elezzione
Pensa ch’è annato lì pe’ sta disteso

Lui a panza all’aria e noi a pecorone
E pe du toppe e un po’ d’asfarto steso
Je dovemo dì bravo, sei un campione.

Pasquino dell’OC