“Er corpo de Stato”

0
235

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Er corpo de Stato”:

Sarvini dice d’esse preoccupato
Perché ce tiene a la democrazzia
E ciavverte co gran diplomazzia
Che quarcuno sta a fa’ un corpo de stato.

Er cittadino viene controllato
E approfittanno de la pandemia
Je se leva quarsiasi garanzia
E a la fine se trova imbavajato.

Pe questo er capitano è assai incazzato:
Doppo ch’ha fatto quarche acrobbazzia
Pe avé er potere e la supremazzia
S’aritrova cornuto e mazziato.

E pensa che quarcuno l’ha fregato
Che un artro vole fa quella maggia.
E nun ce sta, je pia la gelosia,
E’ lui che vole esse incoronato.

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY