“Bonanotte”

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Bonanotte”

Ce stanno tante cose che nun vanno
Ner monno d’oggi che nun trova pace,
Pure se quarche vorta nu je piace
L’omo sta sempre a corre nell’affanno

E correnno finisce co fa’ danno:
Ogni passo che fa se fa più audace
De li beni der monno adè rapace
Senza pensà pe’ quelli che verranno.

Corre come se fosse indemoniato,
De distrugge l’ambiente se ne fotte
La terra e er mare, tutto adè malato.

Così facenno farà presto notte
Perché se spegnerà pure er creato
E nun diremo manco bonanotte.

Pasquino dell’OC