La Asl: “Falso che i bambini si siano contagiati durante il servizio vaccinazione”

0
302

CIVITAVECCHIA – Dalla Asl Roma 4 riceviamo e pubblichiamo:

La Asl Roma 4 intende fare chiarezza su alcune notizie apparse in queste ultime ore, volte evidentemente a gettare cattiva luce e monopolizzare un’opinione pubblica che in questo momento di difficoltà ha giustamente paura.
Si gettano ipotesi infondate, che possono essere smontate da semplici ragionamenti. E’ una informazione davvero accessibile a tutti quella che i bambini appena nati non effettuano la vaccinazione se non dal 61° giorno di vita, quindi l’aver insinuato che i bambini risultati positivi al coronavirus si siano contagiati durante la vaccinazione, non solo è falso (e facilmente dimostrabile) ma anche pericoloso per la salute pubblica, perché, ricordiamo, i vaccini salvano la vita, e con tali dichiarazioni si rischia di compromettere un servizio, quello vaccinale, che svolge una funzione importantissima per il nostro territorio.
E’ importante non dimenticare che non esiste solo il Coronavirus, e che ci sono molte malattie anche mortali contro le quali grazie alle scienza, esiste il vaccino. Vorremmo ricordare che qualche giorno fa nel Distretto 2 si è verificato un caso di meningite in un bambino di un mese.
Si ricorda pertanto che le prime vaccinazioni dei bambini si eseguono, come da calendario nazionale, nei nostri Ambulatori Vaccinali, a partire dal 61° giorno di vita.
Al fine di impedire che all’epidemia del Coronavirus si aggiungano altre situazioni critiche dovute alla circolazione di infezioni che possiamo prevenire con le vaccinazioni vi ricordiamo l’importanza di vaccinare soprattutto i piccoli bimbi, le donne in gravidanza e le persone a rischio per patologia, lavoro o età e di iniziare e completare tutti cicli vaccinali.
Tutte le modalità di accesso sono a vostra disposizione, è possibile prenotare ed avere informazioni telefonando al numero verde 800539762 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13,00 e il martedì dalle 14,30 alle 16,30 o inviando una mail a infovaccini@aslroma4.it
Per i soggetti a rischio di tutte le età è raccomandato recarsi in ambulatorio previo appuntamento.
Il Servizio adotta tutte le misure indicate dalle più recenti disposizioni per il contrasto ed il contenimento del diffondersi del coronavirus.
Pertanto, in occasione dell’ accesso all’ambulatorio vaccinale:
Agli utenti che presentano tosse, febbre, dolori muscolari, o sono entrati in contatto con soggetti positivi al coronavirus, non è consentito l’accesso alla sala d’attesa
Può accedere un solo genitore di minore o un solo accompagnatore per un soggetto disabile. Per gli utenti di maggiore età non sono consentiti accompagnatori.
Per non affollare la sala d’attesa in modo da garantire la distanza con gli altri utenti di almeno un metro, è stato predisposto un Servizio di Vigilanza che vi guiderà nell’accesso.
Viene assicurato gel disinfettante per le mani e eventualmente altri presidi,
Viene richiesto, in caso di occasionale tosse e starnuti, di coprire naso e bocca con fazzoletto di carta da gettare nell’apposito contenitore subito dopo l’utilizzo
Per garantire maggiore sicurezza la Asl sta sottoponendo a tampone tutto il personale sanitario.
Per eccesso di scrupolo sono stati richiamati tutti i bambini e genitori presenti negli ambulatori nei giorni in cui si è avuta notizia della presenza di un caso positivo e i tamponi arrivati fino ad oggi sono tutti negativi.
Per quanto riguarda le mamme e i neonati risultati positivi e portati al Bambino Gesù di Palidoro , ad oggi le condizioni sono buone, e tre bambini e due mamme si sono negativizzati.
L’esito dei tamponi positivi è dovuto allo zelo del primario di Ginecologia che ha ricontattato tutte le mamme che avevano partorito al San Paolo negli ultimi 20 giorni, sono state richiamate 18 mamme che avevano partorito al San Paolo nel periodo dal 5 al 26 marzo di cui 4 sono risultate positive”.

Asl Roma 4

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY