Dott. Ghirga: “Troppi fattori di rischio: cancro in aumento a livello globale”

CIVITAVECCHIA – Dal Dottor Giovanni Ghirga riceviamo e pubblichiamo:

“Il cambiamento degli stili di vita non riduce il 60% dei casi di cancro. Il numero di nuovi casi di cancro è in aumento a livello globale (OMS). Gli sforzi di prevenzione del cancro si concentrano principalmente sul cambiamento dei comportamenti personali tra i quali il fumo, la dieta, l’esercizio fisico, la sicurezza solare e l’aderenza allo screening. Tra questi, risulta ben accettato dalla comunità scientifica che il fumo sia il più importante, rappresentando fino al 19% di tutta l’incidenza del cancro, mentre altri fattori di ‘stile di vita’ hanno contributi più modesti. Sono stati dunque studiati questi tipi di tumore che sono in relazione con il fumare.
1. Trachea, bronchi e polmoni (codici ICD-O-3 C33.9–34.9).
2. Laringe (C32.0–32.9).
3. Cavità orale e faringea (C00-14,8).
4. Esofago (C15.0–15.9).
5. Stomaco (C16.0–16.9).
6. Colon e retto (C18.0–20.9).
7. Fegato (C22.0).
8. Pancreas (C25,0–25,9).
9. Rene e pelvi renale (C64.9-65.9).
10. Vescica urinaria (C67.0–67.9).
11. Cervice (C53.0–53.9).
12. Leucemia mieloide acuta (codici istologici ICD-O-3 9840, 9861, 9865-9867, 9869, 9871–9874, 9895–9898, 9910–9911 e 9920).
Senza sminuire l’importanza del controllo del tabacco, questi risultati suggeriscono che i progressi nella prevenzione primaria del cancro devono includere molte strategie, non solo quelle focalizzate su stili di vita sani, ma anche la riduzione delle esposizioni cancerogene. Tali esposizioni comprendono l’inquinamento atmosferico, inquinamento idrico, pesticidi negli alimenti, radiazioni ionizzanti e sostanze chimiche legate al lavoro.
Il numero di nuovi casi di cancro è in aumento a livello globale.
Ciò è dovuto principalmente a due fattori: le persone vivono più a lungo e l’esposizione ai fattori di rischio sta crescendo. I paesi a basso e medio reddito dovranno affrontare l’aumento più elevato dei tassi di cancro a meno che l’esposizione ai fattori di rischio non sia ridotta. Inoltre, ci si aspetta che a un numero maggiore di giovani nel pieno della loro vita venga diagnosticato un cancro.
Le morti per cancro in tutto il mondo dovrebbero raggiungere oltre 13 milioni nel 2030.
Tra il 2008 e il 2030, il numero di nuovi casi di cancro dovrebbe aumentare di oltre l’80% nei paesi a basso reddito, il che è il doppio del tasso previsto nei paesi ad alto reddito (40%).
Si prevede che entro il 2030 tra 10 e 11 milioni di tumori verranno diagnosticati ogni anno nei paesi a basso e medio reddito.
I costi economici per la società sono enormi. Chi inquina deve comunque controibuire alle spese economiche”.

Dottor Giovanni Ghirga

– Cancer rates not explained by smoking: a county-level analysis.
Douglas J. Myers, Polly Hoppin, Molly Jacobs, Richard Clapp & David Kriebel. Environmental Health volume 19, Article number: 64 (2020.)
– OMS. Cancro: statistiche. 2020.