Covid-19, scatta l’allarme negli istituti penitenziari

0
292

CIVITAVECCHIA – Ripartiamo dai numeri che non tornano. Il bollettino della Asl Roma 4 oggi parla di 3 nuovi casi sul territorio di Civitavecchia e di 1 decesso proveniente dalla Madonna del Rosario. Ieri nel totale dei positivi ne erano stati conteggiati 4 in più per un totale di 146, oggi dopo i 3 nuovi positivi il dato resta fermo a 146. Perché? Erano stati già inseriti ieri? E’ un errore della calcolatrice? I totali di oggi dovrebbero essere 149. Atteniamoci a quello che scrive la Asl: ad oggi abbiamo 146 totali positivi di cui 16 decessi, 2 guariti per un totale di 128. Il tasso di mortalità su nostro territorio resta decisamente alto, oltre il 10%.

Oggi su molti giornali si leggeva la dichiarazione dell’assessore al sanità della regione Lazio Alessio D’amato che dichiara: “ Esiste una mappa del tasso di incidenza del coronavirus su ogni centomila abitanti…L’incidenza più alta si registra a Civitavecchia con una percentuale del 90,7 per cento”. Cosa significa? Come è stata calcolata questa percentuale/tasso di incidenza? A leggerlo così questo dato spaventa enormemente. E’ un errore? Lo speriamo, anche perché la situazione sul nostro territorio sembra già complessa.

Sul fronte tamponi la Asl ha dichiarato quest’oggi di averne effettuati 121 in 24 ore nei 28 comuni, una media di 4 tamponi a comune.

Inoltre il sindacato FNS CISL oggi ha indirizzato una lettera aperta al presidente della Regione Nicola Zingaretti in cui chiede di “predisporre il prima possibile i necessari controlli sanitari all’interno dei penitenziari”, richiamando “le difficoltà dei Direttori e del personale ad avere con constante regolarità mascherine, guanti e altri presidi sanitari di protezione”. Essendo presenti sul nostro territorio due penitenziari non possiamo non dare importanza a questa richiesta.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY