Aggressione a due medici al Pronto soccorso di Civitavecchia, dura condanna di Regione e Asl

CIVITAVECCHIA – “Condanniamo con forza quanto accaduto lunedì notte al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia, dove due medici hanno subito una grave aggressione nel corso del turno notturno da parte di un cittadino. Sono stati rilevati anche danni alle strumentazioni dell’Ospedale sempre legati all’aggressione subita dal personale sanitario. Esprimiamo piena vicinanza alle vittime della aggressione, e stigmatizziamo ancora una volta un comportamento odioso, rivolto proprio a chi si prende cura della nostra salute. Un ringraziamento va alle Forze dell’Ordine che sono intervenute repentinamente evitando il peggio”. Lo dichiarano in una nota congiunta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato e il direttore generale della Asl Roma 4 Cristina Matranga.

Sulla stessa il Sindaco Ernesto Tedesco: “Ho appreso con amarezza dell’inquietante episodio avvenuto ieri sera all’ospedale San Paolo. È inaccettabile che due medici vengano aggrediti, nell’esercizio delle loro funzioni, mentre cioè si occupano della salute delle persone, peraltro in un presidio di emergenza come il pronto soccorso. Solidarietà ai professionisti colpiti e agli operatori di Asl e grazie alle forze dell’ordine per il risoluto intervento”.