Salute e bellezza. Trattamento all’acqua termale

974

acqua termaleVorrei parlare in questo articolo della soluzione termale, elaborata con collagene nativo di origine marina ad elevata purezza (99%) per aumentare la tonicità delle pelli sensibili; si uniscono cioè sinergicamente questi due principi attivi per migliorare e proteggere il microrilievo cutaneo,ridonando tono alla pelle sino ad ottenere un effetto cosmetico di lifting sulle pelli sensibili con rughe e flaccidità. Parliamo in particolare di trattamenti formulati esclusivamente con acqua termale di Salies de Bearn (Francia) che donano la capacità di potenziare la resistenza della pelle, grazie principalmente alla sua qualità di stimolare i meccanismi di riparazione della barriera cutanea. L’acqua termale contiene una straordinaria e differenziata composizioni di sali e oligoelementi, caratteristica tipica però delle sorgenti del Sud della Francia, e vanta un notevole contenuto di ione magnesio, la maggior concentrazione di tutte le acque minerali su scala mondiale. Questa sostanza è un fattore chiave nei processi di riparazione della pelle danneggiata. Le pelli sensibili in particolar modo risentono anche del passare del tempo, accusando gli stessi segni  dell’età che presentano le pelli normali: disidratazione, mancanza di luminosità, rughe e mancanza di tono. A breve termine questi tipi di trattamenti apportano un confort immediato alle pelle reattiva e contemporaneamente agiscono sui segni più comuni dell’invecchiamento cutaneo. I principi attivi fondamentali sono: zuccheri prebioteci, che stimolano la proliferazione della flora cutanea buona, responsabile del ph della pelle che ci protegge dall’invasione di microrganismi dannosi; ceramidi: che sono i componenti predominanti del cemento extracellulare dello strato corneo,nell’epidermide questi principi agiscono sui distinti strati protettori dei lipidi che ci difendono dall’ingresso di sostanze estranee; acqua termale: che contribuisce a rimineralizzare e contiene molti minerali che agiscono come cofattori della regolazione enzimatica. In questa stagione la pelle sensibile è sottoposta a un grande stress (sole, mare, quindi grande disidratazione) per cui non esiste maggiore esigenza in questo momento di prenderci cura della pelle utilizzando questi trattamenti innovativi che in genere vengono eseguiti per quattro settimane suddivise in una sessione di circa un ‘ora a settimana. Il ciclo va ripetuto in ogni cambio di stagione ed è ottimo per affrontare le vacanze estive e invernali, periodi in chi i capillari subiscono forti stimoli. Ma sopratutto finalmente la ricerca ha creato una soluzione specifica anche per le pelli non solo reattive ma con presenza di rughe.

Dott.ssa Daniela Regina