“Ulisse torna a casa”: al Museo Nazionale Cerite in arrivo un nuovo capolavoro

CERVETERI – “Ulisse torna a casa”, il monumentale vaso decorato nella tecnica “bianco-su-rosso”, su cui è raffigurato uno degli episodi più noti dell’Odissea, l’accecamento di Polifemo da parte di Ulisse e dei suoi compagni, torna a Cerveteri, quello che viene considerato il suo luogo di origine.

Lo farà a partire da venerdì 6 maggio, quando fino al 5 giugno, sarà in esposizione al Museo Nazionale Cerite, in una mostra organizzata dal Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia, con la collaborazione del Comando Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale, del Museo Nazionale Romano, della Direzione Generale Musei e del Comune di Cerveteri.

“Un evento di assoluto pregio, che impreziosisce il Museo Nazionale Cerite di un altro capolavoro dell’arte etrusca – dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – fino a giugno dunque, oltre ai due capolavori di Eufronio, la Kylix e il Cratere, oramai in esposizione permanente nella nostra città, cittadini e visitatori potranno ammirare un’opera che per la prima volta, dopo un grande lavoro portato avanti dal MiC e dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, è esposto per la prima volta in Italia e siamo onorati che questa prima volta sia proprio Cerveteri”.

“Prima dell’inaugurazione della mostra – prosegue Pascucci – in programma alle ore 12:00 al Museo Nazionale Cerite, l’appuntamento è alle ore 11:30 nei locali di Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria, con un breve ma importante momento di presentazione della mostra. Con l’occasione, ringrazio davvero di cuore Vincenzo Bellelli, da poco insediatosi come Direttore del nuovo Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia e che sin dall’inizio del suo mandato sta riservando verso il nostro territorio attenzione e estremo interesse, il Direttore Generale dei Musei del MiC Prof. Massimo Osanna, il Generale del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale Roberto Riccardi e tutto il personale del Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia”.

La mostra al Museo è visitabile tutti i giorni dal mercoledì alla domenica, dalle ore 09:00 alle ore 19:30. Il costo del biglietto è di € 6,00, mentre per i visitatori dai 18 ai 25anni il costo è agevolato a € 2,00.