Santa Marinella – Raccolta firme per il referendum contro l’invio di armi in Ucraina e per la sanità pubblica

SANTA MARINELLA -La logica che riunisce le due istanze referendarie, contro la guerra e a favore della sanità pubblica,  è evidente: visto e considerato che spesso si è ricorsi all’intervento dei privati nella gestione della sanità, motivando tale scelta politica in ragione dell’assenza di soldi pubblici da destinare al sistema sanitario, è chiaro che impedendo di devolvere denaro a scopi militari, si ritaglia una somma spendibile per la salute di tutti i cittadini, in maniera da cancellare ogni alibi volto a sacrificare salute e vite umane in nome del motivo reale per cui si fomenta la guerra: il profitto che da ciò ricavano pochi privati.

È chiaro, però, che non si tratta che di un esempio per il reimpiego di questi soldi salvati e che va respinta ogni lettura opportunistica e falsata, che voglia porre un confronto tra noi e loro; confronto che è disgustoso tanto quanto la guerra.

Si tratta, piuttosto, di ammonire la politica di partito, affinché rammenti che essa non esiste al di fuori di noi, cittadini e, ben prima, esseri umani.

Raccolta firme a Santa Marinella, Mercoledì 12 Luglio Dalle ore 18,00 alle 20,30, presso i Portici del centro in Via Aurelia

Sotto l’egida del Comitato Referendario Italia per la Pace

Il significato del referendum contro la guerra e a favore della sanità pubblica

Quesiti referendari

I quesiti

Si può firmare anche online

Firma i Referendum Online

Il Comitato 15 Ottobre Santa Marinella