S. Marinella. Nuove situazioni debitorie per il Comune: “Servizi essenziali a rischio interruzione”

922
oznor

SANTA MARINELLA – Atti giudiziari a pioggia sul Comune di Santa Marinella a seguito della gestione amministrativa della Giunta Bacheca. Tra questi, pervenuti oggi, c’è la richiesta di 31.000 euro da parte della Società New Energy System per assistenza al responsabile del procedimento relativamente all’ipotesi di riscatto degli impianti di pubblica illuminazione ed alla loro riqualificazione. Ne dà notizia il Sindaco Pietro Tidei che parla di “riscatto e riqualificazione naturalmente mai avvenuti”, elencando poi gli altri atti pervenuti in Comune.

“L’Agenzia delle Entrate – spiega Tidei – ha pignorato il conto corrente bancario del Comune di Santa Marinella per 35.126 euro per cartelle esattoriali notificate nel periodo 2009–2018 e diventate esecutive senza né pagamento né impugnazione. Ben più grave è l’avviso trasmesso questa mattina da Enel Energia che riguarda la somministrazione di energia elettrica agli impianti comunali, compresa la pubblica illuminazione. Si tratta delle fatture non pagate per il periodo che va da aprile 2015 a giugno 2018 per un totale di euro 292.000. Il messaggio avvisa che qualora le fatture non vengano saldate immediatamente la Società erogatrice ‘potrà avanzare richiesta di sospensione’ della fornitura”.

“Una situazione ogni giorno più drammatica  – commenta il Sindaco – che da la misura della sciatteria con la quale la precedente amministrazione ha gestito il Comune di Santa Marinella e disegna una tragedia senza fine della quale conosciamo soltanto a sprazzi la realtà vera. Questo ci induce sempre più ad impegnarci mettendo da parte la rivalità politica ed avendo come unico scopo il benessere e la rinascita della Città. Naturalmente sarà nostro dovere trovare i responsabili di questo sfascio e farli perseguire dalla Magistratura, anche contabile”.