L’ennesima variazione del modulo di autocertificazione in caso di spostamenti

0
60

A pochissimi giorni dalla precedente versione, il modulo di autocertificazione cambia ancora in ragione delle ultime disposizione sugli spostamenti.

In particolare si dichiara “di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna ed adottate ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionali” nonché “di essere a conoscenza delle ulteriori limitazioni disposte con provvedimenti del Presidente della Regione di partenza e del Presidente della Regione di arrivo e che lo spostamento rientra in uno dei casi consentiti dai medesimi provvedimenti“.

Il modulo contiene anche delle esemplificazioni delle possibili situazioni di necessità per cui è consentito lo spostamento come il rientro dall’estero, denunce di reati, obblighi di affidamento di minori, assistenza a congiunti o persone con disabilità.

Ricordiamo che se non si porta con sé il modulo compilato, anche per spostamenti a piedi, in caso di controllo lo stesso, fornito dagli agenti, deve essere compilato contestualmente, con tutti i “disagi” che la circostanza può comportare, dal momento che oltre alle generalità, residenza, domicilio e recapito telefonico sono richiesti anche gli estremi del documento di identità e motivo dello spostamento.

Il modulo del 26 marzo 2020, che annulla e sostituisce il precedente, può essere scaricato dal seguente link

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY