Due settimane di assoluta libertà con il Revolution Camp

328

MONTALTO DI CASTRO – I giorni sono quelli che vanno dal prossimo 25 luglio al 6 agosto, la promessa è passare due settimane in “assoluta libertà”. Si ripresenta così il Revolution Camp, il villaggio studentesco organizzato “dagli studenti, per gli studenti” e reso possibile dai volontari della Rete degli Studenti Medi e dall‘Unione degli Universitari. Un evento che, dal 2012, chiama puntualmente a raccolta centinaia di ragazzi da tutta Italia.

Anche quest’edizione sarà un’esperienza a 360 gradi, fra concerti, proiezioni, approfondimenti e, ovviamente, il campeggio. Tanti i dibattiti in programma, con nomi d’eccezione come Marco Da Milano (30 luglio, “L’alba dei funerali di uno Stato”) e Massimo D’Alema (1 agosto, “Tra l’aquila, l’orso e il dragone”), nelle vesti di presidente della Fondazione Italianieuropei.

Dall’altra parte non mancheranno i concerti, annunciati da settimane e che vantano alcuni fra i nomi più amati della scena indipendente italiana. La lista è lunga: Cimini (28 luglio), Willie Peyote (30 luglio), MYSS KETA (1 agosto), Frah Quintale (2 agosto) e chiusura finale con Calver Gold (4 agosto). Tutti eventi di spessore che, senza dubbio, troveranno eco anche fra i semplici appassionati esterni al campeggio.

 

Patrizio Ruviglioni