Domenica in piazza a Roma per la liberazione di Julian Assange

0
604

ROMA – E’ in programma domenica 23 Febbraio, dalle 16 alle 19 a Roma in Piazza del Popolo, l’evento organizzato dal gruppo Italiani per Assange per la liberazione del giornalista Julian Assange. Sarà anche possibile firmare la petizione del Comitato. E’ importante la partecipazione di più persone possibili perché la vergognosa pagina che si sta scrivendo su Assange non riguarda solo lui e la sua libertà, ma ognuno di noi.
Viene messo in discussione il fondamentale diritto di stampa, di parola e di pensiero. Giornalista australiano, Julian Assange è rinchiuso nel carcere di massima sicurezza a Belrmash, Londra, e con la richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti rischia 175 anni di reclusione. La sua colpa? Aver pubblicato attraverso la piattaforma Wikileaks documenti classificati segreti dal governo americano riguardante crimini di guerra, corruzione e violazione dei diritti umani.
Ad oggi Assange è incriminato dagli Stati Uniti di 17 capi d’accusa sulla base dello Spionage Act, una legge del 1917, e se ritenuto colpevole rischia 10 anni di carcere  per ogni capo d’imputazione. Inoltre non essendo cittadino americano gli viene negata anche la possibilità di appellarsi al primo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti D’America secondo il quale non si possono porre in essere leggi per limitare la libertà di parola o di stampa. Viene vietata a un giornalista la garanzia del fondamentale diritto di libertà di parola e di stampa.
Assange ha pubblicato documenti falsi? Assolutamente no. Ha rivelato gravi crimini ignorati dal governo degli Stati Uniti e questo, invece di dire abbiamo sbagliato, mette sotto accusa il diritto di informazione e la libertà di stampa. Quindi non è solo un problema sulla libertà personale di Julian Assange ma un problema di tutti noi. Viene processato con lui il giornalismo, tutti i giornalisti e la verità. Viene processata la verità con l’accusa di esistere e di poter essere provata. Julian Assange ha diritto di essere libero.

Roberta Piroli

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY