Antonio Pasquini “Basta con progetti altamente inquinanti”

Il Sindaco del Comune di Allumiere, Antonio Pasquini, ha appreso, da alcune ore, della presentazione di un progetto presentato dalla Società Ambyenta Lazio S.p.A. per la realizzazione di un Impianto di produzione di Biometano da installare presso il Comune di Civitavecchia in località Monna Felicita. “Rimango basito nel prendere conoscenza di un progetto da realizzare alle porte del mio Comune senza che vi sia stata una minima consultazione da parte del Comune di Civitavecchia, sito presso il quale dovrebbe installarsi l’impianto. Oltretutto, in queste ore, alcuni amministratori di Civitavecchia mi hanno confermato la loro non conoscenza del progetto, assurdo che continuino a calare dal nord Italia progetti per il nostro territorio. Il progetto prevede l’impianto di smaltimento e recupero dei rifiuti non pericolosi superiore a 100 tonnellate al giorno in un’area che ricade a pochi metri dal confine del Comune di Allumiere. Esprimo, a nome di tutta la maggioranza del comune di Allumiere, una netta e decisa contrarietà alla realizzazione del progetto che può arrecare danni alla salute dei cittadini ed alla salubrità del territorio già pesantemente compromesso dalla presenza di attività altamente inquinanti. La salute del territorio, la tutela dell’aria, delle produzioni agricole, ed il rilancio turistico, sono tra i principi basilari dell’Osservatorio ambientale e sarebbe quanto mai necessario attivarsi per dare un senso compiuto ed utile alla struttura. Non è più tempo di rimpallare i problemi un Comune ed un altro, occorre trovare una strada comune, una sinergia di obiettivi e di programmi, per fare in modo di non assistere, ogni sei mesi, ad attacchi di società che presentano sul nostro territorio progetti altamente inquinanti. Basta giocare in difesa, dobbiamo essere noi e le nostre comunità a scegliere gli obiettivi e lo sviluppo di questo territorio. Il presidente dell’osservatorio convochi una urgente riunione per contrastare tutti insieme questo ennesimo scellerato progetto e dia un senso compiuto alla struttura oppure tutti a casa per manifesta incapacità!!! Non possiamo continuare a subire attacchi da ogni parte mettendo a rischio il nostro territorio e la nostra cittadinanza. Uniti possiamo fare il bene della cittadinanza amministrata e tutelare il diritto alla salute”