Abbandono di rifiuti: le foto-trappole colpiscono ancora a Cerenova

CERVETERI – “Elevate nuove sanzioni contro l’abbandono di rifiuti a Cerenova. Le foto-trappole posizionate dall’Amministrazione comunale hanno infatti immortalato delle persone che anziché utilizzare le corrette forme di smaltimento dei rifiuti hanno scelto i margini delle strade della frazione balneare per sbarazzarsi della propria immondizia, arrecando l’ennesimo sfregio ambientale e comportando la necessità di interventi straordinari da parte della ditta di igiene urbana. Ovviamente, grazie alle rilevazioni delle telecamere, abbiamo comminato loro delle contravvenzioni che si vedranno recapitare direttamente a casa. Auspichiamo che certe persone che ancora una volta continuano a non rispettare le regole, vedendosi colpite sul lato finanziario, finalmente decidano di utilizzare correttamente i mastelli, i calendari di raccolta e tutte le altre opportunità messe a disposizione dal servizio di raccolta rifiuti”. A dichiararlo è Elena Gubetti, Assessora alle Politiche Ambientali, commentando le immagini rilevate dalla Polizia Locale di Cerveteri.

“Siamo davvero dispiaciuti che con il nuovo anno certe vecchie e tristi abitudini da parte di qualcuno non siano terminate – prosegue l’Assessora Gubetti – con la nostra Polizia Locale e i Volontari delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente stiamo facendo sopralluoghi e pattugliamenti continui. È inammissibile che in una città come la nostra, dove il livello di raccolta differenziata correttamente effettuata ha ampiamente superato il 75%, grazie anche alla grande sensibilità ambientale della maggioranza della cittadinanza, ci siano persone che con il loro atteggiamento irresponsabile tentino di vanificare un risultato davvero importante su un settore, come quello delle tutele ambientali, estremamente complesso. L’ Amministrazione comunale continuerà a lavorare, con ogni mezzo possibile per proteggere e tutelare la nostra città da chi la vuole sfregiare con atti di profonda inciviltà”.

Già nei giorni scorsi il lavoro delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente aveva portato all’elevazione di verbali pari a 600euro e 250euro per violazioni delle normative in materia di conferimento di rifiuti.