La stazione di Santa Marinella più accogliente per le persone con disabilità

SANTA MARINELLA – La stazione di Santa Marinella non sarà più tabù per le persone con disabilità che intendano viaggiare autonomamente!
La locale sezione UICI in collaborazione con il comitato regionale per la mobilità, infatti, ha formalmente avviato l’iter di attivazione del servizio di assistenza, accoglienza e accompagnamento per viaggiatori con disabilità o a ridotta mobilità, coordinato dalle 340 “Sale Blu” di RFI.
Fatta eccezione per i percorsi tattili e per le rampe interne realizzati da RFI, lo spazio circostante la stazione risulta totalmente inaccessibile per chiunque voglia viaggiare in autonomia e abbia problemi a farlo. L’attuale situazione, complicata dai lavori di riqualificazione, appare drammatica, visto che non si è pensato alla sicurezza e all’accessibilità dei tanti spazi. Attraversare i binari, servendosi del relativo sottopassaggio, si dimostra impossibile per una persona con disabilità motoria. Riuscire a trovare la passerella che da via 4 novembre immette ai binari, è impresa ardua per un disabile sensoriale. Fuori dalla stazione, poi, il deserto!
Per tutti questi motivi si è pensato possa risultare utile un servizio che garantisca assistenza a tutti i viaggiatori con problemi agli arti, anche temporanei, con difficoltà di deambulazione, che si muovano su sedia a ruote, non vedenti o con disabilità visive, non udenti o con disabilità uditive, con disabilità cognitive, anziani, donne in gravidanza.
I servizi che verranno attivati, totalmente gratuiti, consistono in: accoglienza in stazione presso il punto di incontro concordato o, per i viaggiatori in arrivo, al posto occupato a bordo del treno; accompagnamento in stazione per l’eventuale acquisto del biglietto; accompagnamento a bordo del treno in partenza o dal treno in arrivo all’uscita, eventualmente fino alle fermate dei mezzi pubblici; messa a disposizione, su richiesta, per persone anziane, con difficoltà di deambulazione o con problemi agli arti temporanee, di sedia a ruote per accoglienza in stazione a/dal treno; salita/discesa da/a bordo treno tramite carrello elevatore per viaggiatori su sedia a ruote; eventuale servizio, su richiesta, di portabagagli a mano.
Il personale che opera nelle “Sale blu” RFI è altamente specializzato e segue un programma di formazione e di aggiornamento periodici.
I servizi potranno essere prenotati o tramite il numero verde dedicato o tramite il sito internet o attraverso l’applicazione “Sala blu+”.
Speriamo che RFI accolga la nostra richiesta di attivazione e nel frattempo ringraziamo i componenti del Comitato mobilità regionale UICI Daniele Renda e Fabrizio Marini per l’ottimo lavoro svolto