“Via Matteotti, ancora una volta il semaforo fuori servizio”

CIVITAVECCHIA – Dal responsabile del Gruppo civico Sicurezza e decoro urbano, Remo Fontana, riceviamo e pubblichiamo:

“Ci risiamo!!! Ancora una volta, l’impianto semaforico che regolamenta il traffico del pericolosissimo quanto mai trafficato incrocio tra la Strada Mediana e viale Matteotti, è nuovamente fuori servizio!
Allora, se non si è in grado di garantire la sicurezza con ciò che si ha a disposizione, mandiamo in pensione una volta per tutte anche questo vecchio e costoso semaforo, che peraltro sembra dare continui problemi e sostituiamolo con la realizzazione di una rotatoria sperimentale, che nel caso specifico, si auspica, venga prima studiata in ogni suo dettaglio al tavolino e non inventata sul posto.
Rotatoria che, oltre a garantire una migliore sicurezza dell’intersezione stradale in questione, darebbe finalmente un senso di logica continuità a tutta la Strada Mediana, i cui incroci, ad eccezione di questo, sono oramai tutti regolamentati per mezzo di queste infrastrutture.
Anche se a tal proposito, come più volte abbiamo avuto modo di osservare e come solito, senza ottenere riscontro alcuno, è sotto gli occhi di tutti che la rotatoria sperimentale, tra la Mediana e via Benci & Gatti, andrebbe rivista nella sua collocazione, come pure nelle dimensioni delle sue corsie di marcia, che attualmente, creano non pochi problemi agli automobilisti ed in particolare, a quelli dei mezzi pesanti, tanto che il tutto, sembra sia stato realizzato quasi per dispetto.
Tuttavia, il dato di fatto è che non si può consentire che per giorni e giorni, un incrocio così importante, ove transita più del 90% delle autoambulanze, rimanga senza alcuna regolamentazione e con il solo giallo lampeggiante.
Nelle more di ciò, andrebbe quanto meno prevista, la presenza in determinati orari, considerati di punta, di agenti preposti alla regolamentazione manuale del traffico, osservazione che naturalmente ci permettiamo di girare al comandante della polizia locale ed al suo delegato, per le determinazioni del caso.
Nel concludere, immagino che anche questo nostro appello, cadrà ancora una volta nel silenzio più assordante, perché probabilmente qualcuno pensa, che la noncuranza sia il miglio disprezzo, anche se un detto dice, che per far dispetto alla moglie, se l’è tagliato”.

Remo Fontana – Responsabile Gruppo civico Sicurezza e Decoro urbano