Via libera ai Progetti utili alla collettività attraverso i percettori di reddito di cittadinanza

CIVITAVECCHIA – Via libera ai Puc (progetti utili alla collettività) nel distretto socio sanitario Roma 4.1, di cui Civitavecchia è capofila e che comprende i Comuni di Allumiere, Santa Marinella e Tolfa.

Il comitato istituzionale di distretto si è riunito nei giorni scorsi alla presenza dei rappresentanti dei quattro Comuni ed ha definito scopi e modalità dell’intervento, che si dipanerà secondo il quadro normativo vigente. Come noto, i Puc prevedono l’utilizzo nel contesto del Patto per il Lavoro e del Patto per l’Inclusione Sociale, pena la decadenza dal beneficio, dei percettori del Reddito di cittadinanza. Le amministrazioni provvederanno quindi alla pubblicazione di un avviso destinato ad enti del Terzo settore, con i quali saranno stipulate apposite convenzioni. I Puc vedranno l’impiego di personale per un periodo non inferiore ad otto ore settimanali (aumentabili fino ad un massimo di sedici ore complessive settimanali con il consenso di entrambe le parti). Il comitato istituzionale ha inoltre definito gli ambiti di attuazione: Sociale, Ambientale, Culturale, Formativo, Tutela dei beni comuni, Artistico.
Dichiarano l’Assessore ai Servizi sociali di Civitavecchia, Alessandra Riccetti, e i Sindaci di Allumiere e Tolfa, Antonio Pasquini e Luigi Landi: “Si tratta dell’inizio di un percorso comune per far sì che le amministrazioni pubbliche possano impiegare le energie di chi invece si trova attualmente inoccupato e percettore di reddito di cittadinanza. I Puc possono aiutarci a costruire una rete territoriale, un patto virtuoso tra le amministrazioni, le associazioni e i cittadini, per realizzare insieme piccoli e medi progetti nell’interesse delle nostre comunità”.