“Via Gian Battista Falda da anni ancora al buio”

999

CIVITAVECCHIA – “Sono anni che i proprietari delle case di Via Gian Battista Falda lamentano l’assenza di illuminazione nella via e nelle zone limitrofe”. La denuncia arriva dal circolo territoriale di Fratelli d’Italia “Giorgio Almirante“, il quale rileva come, nonostante le continue richieste agli enti preposti, “ancora oggi, dopo 5 anni dall’acquisto degli appartamenti, i residenti si trovano senza un lampione funzionante”.

La via – affermano dal Circolo – molto frequentata per l’ampio spazio di carreggiata, risulta molto pericolosa nelle ore notturne. Nel corso degli anni si sono verificati anche degli incidenti, alcuni anche piuttosto gravi, con persone rimaste investite dalle automobili. La situazione di Via Gian Battista Falda è nel degrado anche per la scarsa pulizia lasciata illo tempore dai costruttori es: dove doveva sorgere un parco giochi, tuttora ci sono montagne di terra e detriti, che in caso di pioggia rendono fangosa e paludosa l’intera area. Malgrado gli abitanti di via Falda siano in regola con il pagamento di tasse e quant’altro, il comune, mostrando colpevole indifferenza, risulta invece inadempiente rispetto all’obbligo di rendere servizio importante per i cittadini, nonostante avesse una fideiussione da parte dei costruttori per completare le opere di urbanizzazione, opere mia realizzate, a discapito della stessa vivibilità di via Falda e dell’intero abitato”.

Per questo il Circolo Giorgio Almirante di Fratelli d’Italia e il candidato al consiglio regionale Giovanni Quarzo esprimono solidarietà ai cittadini di Via Gian Battista Falda e assumono l’impegno “a fare tutto il possibile per contribuire, nelle sedi competenti, a risolvere questa grave problematica, per migliorare le condizioni di vita in questa popolosa zona di Civitavecchia, colpevolmente dimenticata dalle istituzioni”.