Usi civici, Forza Italia chiede il Commissariamento dell’Università agraria

0
229

CIVITAVECCHIA – Dal Consigliere comunale Pasquale Marino riceviamo e pubblichiamo:

“Con la sentenza n.66 /2019, il Giudice Dr Pietro Catalani ha dato ragione ai Comitati Cittadini che, insieme all’Amministrazione Comunale, periti, membri dello stesso consiglio amministrazione dell’ U.A., al CTU nominato dallo stesso Commissario U.C., hanno sostenuto con forza, depositando nelle sedi competenti, carte, documenti e mappe storiche, che da tempo sostengono che nel territorio di Civitavecchia i terreni non sono mai esistiti gli Usi Civici.
Ebbene questi Signori, che dovrebbero amministrare la cosa pubblica favore della collettività,sono rimasti soli a sostenere che i terreni in parola sono gravati da U.C. e preannunciano appello alla sentenza. Più volte pubblicamente hanno dichiarato che una volta che la sentenza sarebbe uscita l’avrebbero rispettata. Invece sembra che vogliano continuare a proporre ai proprietari degli appartamenti “un illegittima conciliazione” dal costo incerto. Ricordiamo che gli interessati con immensi sacrifici, hanno costruito, comprato e contratto mutui nel rispetto della legalità rispettando le leggi a suo tempo vigenti, Proseguire con questo “accanimento giurisdizionale” nonostante la Sentenza, pone la Regione Lazio e la stessa Agraria in una situazione di in contrasto con gli interessi economici e generali dei Civitavecchiesi, dei notai delle agenzie Immobiliari ed dei costruttori, esponendo gli Amministratori U.A. e funzionari Regionali al rischio di future ed importanti richieste risarcitori, come successo nella vicino comune di Vitorchiano con la sentenza n. 59/2017 dello stesso Commissario U.C..Ed è per sostenere e per far rispettare la sentenza che Forza Italia parteciperà al sit in organizzato per martedì 19 novembre 2019 davanti gli Uffici dell’Agraria di via Baccelli n. 35 a partire dalle ore 15 alle ore 18.FORZA ITALIA, inoltre, attraverso il proprio Gruppo Consigliare in Regione depositerà un’interrogazione urgente a risposta scritta al Presidente pro tempore della Regione Lazio e all’assessore competente per richiedere, alla luce della sentenza 66/2019 del Commissario e della sentenza 10 giugno 1993 della Corte d’Appello di Roma:
1) il ritiro/revoca/annullamento immediato della Delibera Dirigenziale n. AO7844 del 30 settembre 2013 che risulta, oggi, priva di qualsiasi fondamento giuridico, allo scopo di porre fine alla situazione di ingiusta vessazione alla quale sono stati posti, per anni, tanti cittadini di Civitavecchia;
2) il riconoscimento dalla “Mala gestio” degli Amministratori dell’Agraria e sopratutto in questo momento si ritiene che non siano proprio sereni, con la conseguente nomina di un Commissario ad Acta che possa gestire con competenza le delicate fasi successive della questione, Commissariamento, tra l’altro, proposto anche dal Comune di Civitavecchia”.

Pasquale MarinoConsigliere comunale Forza Italia

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY