“Urge in tempi rapidi un accordo definitivo per salvare i lavoratori di Hcs”

504

CIVITAVECCHIA – In questo clima che si respira da giorni in merito ad HCS e al mancato pagamento della 14^ mensilità, l’Unione Sindacale di Base ha ritenuto di non intervenire per dare continuità all’unità sindacale e non creare ulteriori tensioni e discordanze ma soprattutto per consentire all’Amministrazione Comunale di ragionare ed elaborare una proposta seria e attuabile per salvare le partecipate.
Ora però è arrivato il momento di parlare e di rendere nota anche la nostra posizione; d’accordo con le dichiarazioni del Sindaco Cozzolino intese a risolvere definitivamente e legalmente il problema di HCS; anche noi consideriamo sbagliato minacciare uno sciopero in questo momento di grande difficoltà economica che graverebbe sempre e solo sui lavoratori, ma nello stesso tempo è giusto risolvere immediatamente il problema DURC e quindi liquidare prima possibile la 14^ mensilità ai lavoratori soprattutto quelli con stipendi bassissimi.
Riteniamo infine fondamentale che il Sindaco Cozzolino convochi entro Venerdì prossimo, 25 Luglio 2014, tutte le Organizzazioni Sindacali affinchè si faccia l’accordo definitivo per il salvataggio dei lavoratori con una nuova società che ricollochi tutto il personale delle società di servizio e sistemi con nuove mansioni e nuovi contratti il personale di HCS.
Anche contro la nostra volontà in Italia si provvede in questo modo, non si capisce perché a Civitavecchia non è possibile liberare dal debito i lavoratori e inserirli in nuova società di servizio che comunque il Comune dovrà garantire.
Se poi l’Amministrazione Comunale, entro Venerdì 25 Luglio, non provvederà alla convocazione di tutte le Organizzazioni Sindacali, ci sentiremo liberi di intraprendere tutte le forme di lotta a fianco dei lavoratori ormai stanchi e sfiduciati.

Francesco Scattaglia e Flavio Zeppa – USB Federazione Civitavecchia