“Un po’ di vergogna no?”

CIVITAVECCHIA – Anche a nome del coordinamento di Forza Italia desidero esprimere innanzitutto la massima solidarietà agli abitanti di piazzale Torraca e zone limitrofe che stanno vivendo questa odissea restando a disposizione presso la sede di Via delle azalee 5c per qualsiasi supporto a chi é stato colpito da denunce e/o segnalazioni dopo quanto accaduto. Inoltre abbiamo già dato mandato ai nostri legali di verificare la possibilità di denunciare per interruzione di pubblico servizio i responsabili.
Se d’estate la mancanza d acqua é un incubo, in pieno inverno diventa una vera e propria tragedia.
Quando i piatti della sera prima sono accumulati per essere lavati alla fontanella pubblica, quando i residenti ormai hanno fatto l’abitudine a non veder sgorgare una sola goccia d’acqua dal proprio rubinetto con lavatrici impossibili da azionare, la doccia diventata quasi un’utopia e i riscaldamenti non funzionano, perché se la pressione della caldaia scende sotto la pressione stabilita diventa quasi impossibile da riazionare.
Una routine ormai che però a lungo andare sta esasperando i civitavecchiesi, costretti, anche nei giorni di festa, a scendere in strada per cercare di rifornirsi all’autobotte per ‘sopravvivere’ ancora un giorno all’emergenza idrica.
A tutto questo si aggiunge oltre il danno la beffa,infatti se l’acqua manca dai rubinetti delle abitazioni, lo stesso non si può dire di quella che sgorga dalle strade. Delle vere e proprie fontane a cielo aperto con la dispersione di un ‘bene’ diventato prezioso.
A ormai quasi alla fine del mandato, cosa dovrà accadere per vedere tornare alla normalità la “normale”erogazione idrica?
A chi addosseranno la colpa ora? Sarà mica colpa dei cittadini che si sono messi in testa di vedere acqua uscire dai prorpri rubinetti?
Un po’ di vergogna no?

Emanuela Mari – Forza Italia Civitavecchia