“Un grave errore per Civitavecchia rinunciare allo skatepark”

CIVITAVECCHIA – “Credo che l’Amministrazione comunale di Civitavecchia sia inconsapevole delle opportunità che non potranno essere colte”. Così Cristina Marabese, consigliere della Federazione Italiana Sport Rotellistici, commenta la bocciatura da parte di Palazzo del Pincio del progetto di realizzazione di uno skatepark a Civitavecchia, parlando di vero e proprio “errore” da parte della Giunta Tedesco.

“La FISR, Federazione Italiana Sport Rotellistici, che mi onoro di rappresentare come Consigliere Federale, in questi anni ha seguito da vicino l’evolversi del progetto attraverso i propri rappresentanti regionali e nazionali ed attraverso un proficuo costante dialogo con gli appassionati del luogo e l’Amministrazione Comunale – dichiara Cristina Marabese – Stava per sorgere un impianto decisamente importante, molto utile per la nostra disciplina, che ricordo sarà presente a Tokyo 2020. Lo skateboard è uno sport in costante crescita, già affermatosi definitivamente oltre oceano ed in rampa di lancio in tutto il mondo grazie alla vetrina olimpica. Rappresenta un argomento di aggregazione sano, di divertimento, di raccolta di quella generazione che spesso vediamo invece apatica o rispondente a logiche insane che la nostra società purtroppo offre. E richiama risorse economiche di attività imprenditoriali che hanno visto un viatico bello e utile per la loro visibilità”.

“Prima di prendere decisioni definitive – conclude – invito i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale a valutare contatti con FISR, rendendomi fin da subito disponibile ad un colloquio costruttivo. La città di Civitavecchia, qualora intendesse portare avanti questo progetto, non potrà che avere benefici dal punto di vista sociale, sportivo ed economico. Sono certa che gli attuali Amministratori Comunali faranno il possibile per perseguire questi obiettivi, individuando sapientemente le soluzioni ad eventuali problematiche gestionali e amministrative”.