UGL: “Bene la revoca degli amministratori di CSP”

CIVITAVECCHIA – Dalla segreteria confederale, sede zonale UTL di Roma, riceviamo e pubblichiamo:

“La UGL prende atto con soddisfazione della decisione della amministrazione comunale di avviare l’iter di nomina dei nuovi amministratori di CSP, azienda strategica nel contesto locale. La gestione della azienda ha destato ben più di una perplessità negli ultimi anni, con criticità mai risolte ed anzi create da un managment palesemente inadeguato e che va quindi rimosso al più presto, soprattutto per per la scorrettezza con la quale pare si stiano dando medaglie e promozioni a pioggia, approfittando di questo vacazio politico. Forse pensando di ingraziarsi qualche esponente della maggioranza.
La UGL come è noto a tutti si è battuta, per anni, per evidenziare la totale carenza di organizzazione nonché l’assenza totale di indirizzo e pianificazione strategica. l’attuale CDA, profumatamente pagato, invece di amministrare l’azienda, sono divenuti dei capi-ufficio e si sono occupati solo della gestione corrente, occupandosi di tutto (acquisti, gestione del personale, promozioni, ecc. ecc.) tranne che della amministrazione della società che vive una fase di caos assoluto. I risultati disastrosi sono sotto gli occhi di tutti. Ci sono i tre amministratori, di fatto alla prima esperienza nei servizi pubblici, ed un esercito di 400 persone che riceve quotidianamente una serie di indicazioni, il più delle volte contrastanti e contraddittorie. Non esiste più una struttura aziendale, nessuno gestisce i contratti di servizi, nessuno programma e controlla.
Per fortuna questa situazione inaccettabile cesserà, tra pochi giorni, con la nomina dei nuovi amministratori scelti in base alle linee guida che saranno approvate domani in Consiglio.
Nelle more della nomina dei nuovi amministratori, invitiamo il neo assessore, nonché Vice Sindaco Massimiliano Grasso, a cui vanno i nostri auguri di buon lavoro, ad intervenire con molta solerzia e pugno fermo verso gli attuali amministratori, invitandoli a limitarsi alla gestione ordinaria nei pochi giorni che gli sono rimasti. Non soltanto invitiamo il vice sindaco ad azzerare tutti gli ordini di servizio fatti da De Leva in cui vengono propinati livelli e/o attribuzioni di cariche.
E’ assolutamente inopportuno infatti che i vecchi amministratori, negli ultimi giorni di mandato, adottino iniziative che possano arrecare pregiudizio alla società ed indirettamente alla nuova amministrazione.
Vanno sospese quindi pseudo-riorganizzazioni, promozioni, procedimenti disciplinari, acquisti, ecc. ecc.
In quanto ai nuovi amministratori, l’auspicio è quello che la maggioranza scelga tra professionisti competenti e locali. Figure che tengano a Civitavecchia ed ai civitavecchiesi. Professionisti che non utilizzino la società come un bancomat. Professionisti locali e motivati che conoscano la materia e che non abbiano bisogno di rimborsi spese,
prebende e consulenze che hanno dissanguato prima HCS e poi CSP.
Occorrerà riformare profondamente l’ azienda definendo una organizzazione che, negli ultimi due anni, non è mai esistita. I nuovi amministratori avranno il compito di Individuare all’interno della azienda, le risorse umane, i responsabili e definire una catena decisionale in maniera che, presa una decisione, questa si trasformi in azione senza più vivere alla giornata”.

La Segreteria Confederale sede zonale UTL Roma