Tvn e Tia, il Codacons contro Cozzolino

247

CIVITAVECCHIA – Nuovo attacco del Codacons al neo Sindaco Antonio Cozzolino. Tvn e Tia le questioni della contesa. Sul tema dell’inquinamento ambientale l’associazione dei consumatori esordiscono duro: “I cittadini e le associazioni – afferma la Presidente regionale Sabrina De Paolis – non hanno bisogno che il Sindaco sprechi denaro pubblico per organizzare convegni sulla pericolosità dei combustibili fossili e sull’importanza delle energie alternative. Infatti, pur comprendendo benissimo la necessità di smettere di bruciare il carbone a Tvn, ci aspettiamo che il Sindaco, ora che ne ha il potere, faccia finalmente i fatti, e la smetta con le sole parole, con cui da anni affronta l’argomento”.
Il Codacons comunica che “non parteciperà a nessuno di questi incontri demagogici e populisti, finché il Sindaco non imporrà la chiusura della Centrale, predicata per anni in veste ambientalista, che sa benissimo essere stata autorizzata con un’Aia fuori dai termini di legge”.
“Per quale motivo, inoltre – argomenta il Codacons – dopo aver inspiegabilmente difeso al Consiglio di Stato la Tia 2011, voluta dall’ex-Sindaco e osteggiata dai cittadini che l’avevano appena eletto, non ha proceduto a revocare la costituzione in giudizio, promossa contro il Codacons e i cittadini di Civitavecchia, che stanno invece lottando tramite il Tar per il riesame del provvedimento dell’Aia a salvaguardia della salute delle prossime generazioni?
Se non agisce subito in tal senso, conclude Sabrina De Paolis, “lo riterremo responsabile di concorso nei reati già denunciati dal Codacons a carico degli altri e del suo predecessore alla Procura di Civitavecchia”.