TPL e GreenPass, al via i controlli da parte del NOA

CIVITAVECCHIA – Iniziati i controlli da parte dei volontari del NOA (Nucleo Operativo Ambientale) sull’utenza del trasporto pubblico di linea, per verificare il rispetto della nuova normativa che obbliga gli utenti a salire sui bus di linea esclusivamente se in possesso di valido “certificato verde” (Green Pass).

“Una norma a tutela della salute pubblica e, in primis, degli utenti del trasporto pubblico – dichiara l’avv. Fabrizio Lungarini, presidente del CdA di Civitavecchia Servizi Pubblici Srl – Proprio per questo abbiamo sottoscritto un accordo con l’Associazione Pro Natura di Civitavecchia – Nucleo Operativo Ambientale, i cui volontari ringrazio per la disponibilità. Grazie a questa collaborazione i volontari dell’Associazione, per conto di Csp, effettueranno controlli quotidianamente, a campione, su tutte le linee del trasporto pubblico urbano”. “Confidiamo, naturalmente, soprattutto sulla collaborazione da parte degli utenti, che nella stragrande maggioranza dei casi stanno dimostrando massima adesione alle regole per prevenire i rischi di contagio, accedendo al servizio esclusivamente se muniti di green pass ed indossando sempre la mascherina a bordo degli autobus. Con l’occasione ringrazio anche i miei collaboratori ed il personale addetto al servizio, autisti in primis, che in questi mesi di pandemia hanno sempre garantito, nella nostra Città, un elevato standard di sicurezza sul Tpl, grazie ad una quotidiana igienizzazione e sanificazione degli autobus ed al rigoroso rispetto delle norme che disciplinano i limiti di capienza”.

I volontari del NOA già collaborarono con l’Amministrazione Comunale per l’accertamento e la repressione di condotte illecite in ambito ambientale, rurale e zoofilo; grazie al nuovo accordo sottoscritto con Csp la loro attività si estende al Tpl, con controlli sull’utenza che vengono effettuati su tutte le linee, sia la mattina sia il pomeriggio, direttamente alle fermate, per prevenire l’eventuale salita a bordo di utenti non in regola con la normativa che, dal 6 dicembre scorso, prevede l’obbligo di green pass per utilizzare i servizi di trasporto pubblico locale.