“Tornano alla carica… a bordo di un camioncino pubblicitario”

CIVITAVECCHIA – Dalle Donne di Potere al Popolo Civitavecchia riceviamo e pubblichiamo:

“Da qualche giorno anche a Civitavecchia è arrivato il messaggio raccapricciante di Provita: un messaggio violento nei contenuti e pericoloso per gli effetti, sopratutto psicologici, che può determinare.
Nel messaggio, che non intendiamo ripetere, ancora una volta si dice alla donna cosa deve pensare e come deve agire! Viene giudicato il suo corpo proprio al fine di limitarne la libera autodeterminazione.
Di fronte a questo ennesimo attacco alla salute e alla libertà delle donne ribadiamo il nostro impegno all’informazione e alla lotta per la difesa dei nostri diritti!
Difendere il diritto all’aborto significa evitare le pratiche clandestine che possono mettere a repentaglio la vita di chi vi ricorre; significa riconoscere alle donne il diritto di decidere se vivere o meno la maternità, che non deve essere un obbligo, ma una scelta libera, individuale, convinta e ponderata; significa stare al fianco anche delle donne che poi decidono di portare avanti una gravidanza inaspettata: sapere di avere una scelta renderà quella maternità più serena e consapevole. La libertà è vita! Giù le mani da corpo delle donne!”.

Le donne di Potere al Popolo Civitavecchia