Tidei (Iv), lettera a Minenna per scongiurare chiusura deposito fiscale di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – “Ho scritto una lettera al direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, per rappresentargli una questione che giustamente sta destando molta preoccupazione a Civitavecchia e nei Comuni limitrofi. Il 31 dicembre scadrà il contratto per il deposito fiscale di Civitavecchia e dalle notizie apprese sembra che la società Logista Spa, distributore unico dei prodotti di monopolio, abbia inviato una comunicazione in cui esprime l’intenzione di non rinnovare il contratto al deposito fiscale. Il deposito di Civitavecchia è gestito dalla società Piccinni Srl, che ha due soci e sei dipendenti che alla scadenza del contratto si troverebbero senza lavoro. La chiusura di questa azienda, unita al disservizio conseguente, pesa ancora di più in tempi di contrazione dell’economia causata dall’emergenza Covid”.

Lo dichiara, in una nota, la presidente della commissione Attività produttive e Sviluppo economico del Consiglio regionale del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva).

“Per capire l’impatto negativo che questa vicenda comporterebbe in caso di mancata soluzione, basta pensare che il mercato di competenza del deposito di Civitavecchia conta più di 200 tabaccherie dislocate in città e nel circondario e che da un punto di vista logistico il deposito fiscale di Civitavecchia è al centro della zona servita e perfettamente raggiungibile da tutti i comuni interessati. La soppressione di questo servizio porterebbe le tabaccherie a rifornirsi presso i depositi più “vicini”, quelli di Roma Magliana e di Ronciglione, con i dovuti disagi del caso. Se infatti poco cambierebbe per gli esercenti che ricevono i tabacchi settimanalmente nelle loro tabaccherie, disagi notevoli sarebbero arrecati a coloro che per urgenze o integrazioni di acquisto si recano direttamente presso il deposito di Civitavecchia. Mi auguro che Minenna prenda a cuore questa questione e che si faccia di tutto per evitare la chiusura del deposito”, conclude Tidei.