Tedesco: “Ingerenze esterne sull’Amministrazione, spiegherò tutto”

CIVITAVECCHIA – Sembrano ormai tempi remoti quelli in cui, sorridente sul palco elettorale, il centrodestra si mostrava compatto agli occhi degli elettori e in procinto di amministrare con unità di intenti la città. Il secondo rimpasto della Giunta Tedesco ha fatto chiaramente esplodere rancori e malumori che serpeggiavano nella coalizione da tempo, forse fin dalla sua vittoria, e la sensazione è quella di un quasi tutti contro tutti. La conferma arriva dal commento al vetriolo dello stesso Sindaco Tedesco, solitamente molto equilibrato e restio ad alimentare polemiche sulla stampa, in risposta alle recenti esternazioni dell’esponente di Fratelli d’Italia (ormai fuori dall’esecutivo) Andrea Augello. E nelle parole di Tedesco arriva la conferma delle ingerenze romane, fin dall’inizio, sull’amministrazione civitavecchiese.

“Augello chi? – si domanda ironicamente il Primo cittadino – È forse l’ex assessore regionale, ex sottosegretario, ex senatore, ex An, ex Pdl, ex NCD di Angelino Alfano, ex ‘Grandi autonomie locali’, ex Energie per l’Italia ed attuale semplice iscritto a Fratelli d’Italia che si interessa tanto delle vicende politiche civitavecchiesi? Cui prodest?, verrebbe da chiedersi, ma soprattutto come mai dà questa lettura molto da ‘insider’ di ciò che avviene ed è avvenuto in città? Excusatio non petita, (sempre per citare la saggezza dei nostri antenati), se ingerenze nei confronti di questa amministrazione ci sono state, ora è chiaro a tutti da chi sono partite, così come è chiaro che sono state rispedite al mittente con determinazione e fermezza. Nei prossimi giorni, dopo aver affrontato alcune urgenze amministrative che sto personalmente seguendo, spiegherò pubblicamente ai civitavecchiesi come stanno effettivamente le cose. Ora andiamo avanti per la buona amministrazione della nostra città. Stay tuned!, come dicono (stavolta) gli inglesi”.