“Statua del Bacio, il padre degli errori a Cinque Stelle”

CIVITAVECCHIA – Per quattro spicci, l’Amministrazione Cozzolino qualche anno fa ha privato la città di Civitavecchia di un simbolo che aveva ricollocato Civitavecchia stessa alla attenzione dell’opinione pubblica nazionale e mondiale.
Mi riferisco alla statua del bacio collocata alla Marina, rimossa ostinatamente per una serie di problematiche di bassa considerazione che altro non hanno fatto che far salire all’epoca il sangue al cervello della gran parte dei Civitavecchiesi.
I pensatori Grillini, avevano avanzato le idee più stravaganti, che non sto qui a ricordare, che avrebbero avuto come obiettivo ultimo la sostituzione della statua con un elemento più rappresentativo della città.
In conclusione, come ormai di loro abitudine, passato il Santo passata la festa e così nessun altra opera è andata a sostituire la statua del bacio.
La città a quella statua ci si era affezionata era diventata l’opera più fotografata d’Italia, meta di pellegrinaggio dei tanti che vivono nei paesi limitrofi che con la scusa di una visita lasciavano qualcosa sul territorio.
Non c’è bambino civitavecchiese che in quegli anni non abbia una foto che lo lega alla statua, ricordo che li accompagnerà nel tempo, come nel tempo resterà indelebile il ricordo di chi l’ha voluta a Civitavecchia prima e chi l’ha fatta rimuovere dopo.
Un grave errore che si potrebbe chiamare il Padre di tutti gli errori, che questa Amministrazione ha commesso e che ancora continua a commettere stupidamente.

Mirko Mecozzi – Consigliere comunale Pd