SOLE: “Vogliamo un futuro con le rinnovabili senza perdere i posti di lavoro”

356

CIVITAVECCHIA – “Vogliamo un futuro con le energie rinnovabili senza perdere i posti di lavoro”. Questa la parola d’ordine uscita dall’assemblea pubblica del Comitato SOLE svolta presso la Compagnia Portuale.

Oltre al Comitato Sole e i tecnici Franco Padella e Angelo Moreno, lo hanno anche ribadito Patrizio Scilipoti, vicepresidente della CPC e consigliere comunale e Giuseppe Casafina, segretario FIOM.

“Portuali e metalmeccanici, i lavoratori che per primi subiscono la crisi delle trasformazioni a gas – commentano dal Comitato Sole – Ormai è sempre più chiaro, il futuro è delle rinnovabili ed i numeri sono lì a dimostrarlo. Ogni giorno che passa le rinnovabili sono più vantaggiose economicamente rispetto alle fossili (petrolio, carbone, gas) non inquinano e non producono la CO2, responsabile dei disastri climatici, richiedono più mano d’opera sia per l’istallazione, sia per la manutenzione. Le fonti rinnovabili si diffondono sempre più: la richiesta del fabbisogno di energia nazionale è calato per la produzione di fotovoltaico decentrato, quello che si sta diffondendo sui tetti delle case degli italiani. Oramai anche tutta la politica sia nazionale sia locale lo ha capito. Lo si deduce dalle continue dichiarazioni sulla ‘rivoluzione verde’ ‘il new green deal’, il problema è che rimangono solo dichiarazioni di intenti molto teoriche. E’ arrivato il momento di passare anche ai fatti. Questi saranno i nostri futuri passi: porteremo il nostro progetto ‘Porto bene comune’ nei tavoli istituzionali di riferimento, Comune, Autorità Portuale, Regione e vogliamo che sia sul tavolo ministeriale che si aprirà a gennaio.”