Si spengono le insegne. “Ecco cosa significa la desertificazione del commercio”

199

CIVITAVECCHIA – “La manifestazione dei commercianti di ‘a luci spente’ è andata al di là delle più rosee previsioni”.

Questo il commento soddisfatto del portavoce del movimento politico “Meno poltrone più panchine”, Tullio Nunzi, dopo che nella serata di venerdì circa 200 operatori hanno spento le proprie insegne, dalle 19 alle 19:15, “dimostrando realmente cosa significa la desertificazione commerciale in questa città: meno vivibilità, meno sicurezza, meno socialità”.

“I commercianti di ‘a luci spente’ – commenta Nunzi – si sono rivelati comunità, chiedendo alla politica una attenzione ed un supplemento di responsabilità nei confronti di un settore determinante per lo sviluppo cittadino. Invito i commercianti a mantenere questo spirito,su tematiche riguardanti i consumi, la vocazione turistica di questa città, la centrale a gas, e di chiedere di essere ascoltati su tali tematiche con proposte e progetti concreti. Consapevoli di essere orgogliosamente comunità Di imprenditori che partecipano allo sviluppo della città”.