Sciopero e manifestazione al Ministero dei metalmeccanici contro le politiche energetiche di Enel a Tvn

0
464

CIVITAVECCHIA – Sciopero di otto ore e manifestazione al Ministero dello Sviluppo economico. Questa l’offensiva messa in campo da Fiom Cgil e Uil Uil contro le politiche energetiche di Enel a Tvn.

“La trasformazione energetica di Torrevaldaliga nord deve poter garantire il futuro a centinaia di lavoratori e la prospettiva per un intero territorio – affermano in una nota congiunta le segreterie delle due sigle sindacali – Il gas, oltre ad essere comunque una fonte fossile, azzererebbe i posti di lavoro tra i metalmeccanici dell’indotto, che passerebbero dai 460 attuali ad appena qualche decina: altra disoccupazione che si aggiungerebbe a tutti i posti di lavoro già persi negli ultimi anni! La riconversione deve essere un processo condiviso e sostenibile per l’occupazione e per l’ambiente. Un progetto alternativo per Civitavecchia, che non lasci per strada nessuno e che dia prospettive di sviluppo anche alla città. Enel non può decidere per tutti. I lavoratori hanno già dato tanto. E’ il tempo del rispetto e delle tutele!”.

La manifestazione di protesta di fronte al Ministero dello Sviluppo economico a Roma avrà luogo la mattina del 5 dicembre, contemporaneamente all‘astensione per 8 ore dei lavoratori degli appalti metalmeccanici di Tvn e dei cantieri collegati, suddivisa in queste modalità: notte tra il 4 e 5 dicembre (interno turno), mattina del 5 dicembre (intero turno) e pomeriggio del 5 dicembre (intero turno).

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY