Scilipoti plaude all’accordo tra Grimaldi ed Enel X per la decarbonizzazione ed elettrificazione delle banchine

CIVITAVECCHIA – “Il Porto di Civitavecchia deve guardare speranzoso e con grande interesse all’accordo tra il Gruppo Grimaldi ed ENEL X che prevede lo sviluppo di progetti basati su energie rinnovabili”.

Così si esprime il Presidente della Compagnia Portuale Civitavecchia, Patrizio Scilipoti, secondo cui “la decarbonizzazione delle navi durante le soste in porto, già intrapreso da tempo e con lungimiranza da Grimaldi, insieme alla generazione distribuita e l’accumulo di energia elettrica che permetterebbero l’efficienza energetica e la riduzione di emissioni presso le aree portuali non è più rinviabile. Per la nostra salute, ma soprattutto per non perdere uno degli ultimi treni per lo sviluppo del territorio”.

“Il nostro Porto – prosegue Scilipoti – che sta pagando ancora un prezzo troppo alto a causa della pandemia COVID-19, deve necessariamente essere considerato, e scelto, come il luogo ideale dove far sviluppare questi programmi innovativi. È infatti anche grazie a queste unioni di intenti che la nostra comunità, portuale e cittadina, può guardare con più speranza al proprio futuro. Un futuro che inevitabilmente, visto il contesto in cui siamo nati e cresciuti, deve necessariamente transitare attraverso uno sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale, soprattutto oggi che è anche in parte finanziato dall’Europa. Come Presidente della Compagnia Portuale Civitavecchia non posso, quindi, che plaudire e supportare, come sto già facendo, in ogni sede questa sinergia affinché si possa finalmente portare a compimento un progetto di sviluppo utile sotto ogni punto di vista“.