Ripartenze crociere, di Majo: “Grande entusiasmo, siamo pronti”

121

CIVITAVECCHIA – L’efficace azione di coordinamento tra le varie amministrazioni competenti messa in campo dall’AdSP sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del covid-19 è proseguita anche in questa fase delicata di imminente ripresa del traffico crocieristico a seguito del via libera del Governo.

“L’attività di monitoraggio, controllo e coordinamento dell’ente è stata ulteriormente amplificata”, spiega il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo. “L’AdSP ha promosso e coordinato una serie di incontri estesi a tutte le Autorità e agli attori coinvolti nella delicatissima fase di riavvio del settore crocieristico a Civitavecchia. Incontri ai quali hanno partecipato rappresentanti del Comune, della Capitaneria di Porto, dell’USMAF, della ASL, della Polizia di Frontiera, della Dogana, della Guardia di Finanza, di MSC, del terminalista RCT, di Port Mobility, di CSP (società di trasporto locale del Comune), di SMS (tour operator), dell’agenzia marittima Bellettieri e della PAS, la nostra società che si occupa della security portuale”. “Ho voluto citarli uno per uno – continua di Majo – perché desidero ringraziarli per la collaborazione e, soprattutto, per la professionalità e serietà con cui quotidianamente affrontano le problematiche che, necessariamente, emergono in ambito portuale. La partecipazione e la sinergia è stata assoluta e ciò ha permesso di elaborare, in breve tempo, e nell’arco di due riunioni svoltesi l’11 e il 12 agosto, protocolli di intesa, strategie e simulazioni in grado di riprodurre e prevedere un ampio numero di variabili, limitando al massimo gli imprevisti e stabilendo procedure volte a intercettare il passeggero a prescindere della modalità di viaggio che lo stesso sceglierà per raggiungere Civitavecchia e imbarcarsi sulla nave da crociera. Tutti, per quanto di competenza, hanno fornito un contributo essenziale alla predisposizione delle condizioni ottimali per affrontare il test della ripartenza previsto per lunedì prossimo. Si è proceduto, quindi, ad armonizzare i diversi piani di sicurezza sanitaria per la prevenzione e il contenimento del contagio da covid-19 tra le diverse parti in causa e nei diversi momenti di gestione del passeggero. Sono state prodotte e condivise, in tempi brevissimi, diverse procedure per la gestione dei crocieristi, quella elaborata dalla Roma Cruise Terminal e quella, ad essa integrata, di MSC, sotto il controllo e con la condivisione dell’USMAF e della ASL. Altrettanto ha fatto Port Mobility armonizzando le proprie procedure con quelle sopra descritte mediante l’apporto di specifici correttivi. E’ utile ricordare che la contingenza sanitaria nonché le relative procedure poste in essere dalla MSC consentiranno lo sbarco ai soli passeggeri crocieristi che effettueranno l’escursione e ciò al fine di tutelare la salute di ogni passeggero. Durante le escursioni non sono, inoltre, consentiti allontanamenti dai gruppi organizzati. Ai passeggeri inottemperanti sarà rifiutato l’accesso a bordo della nave con relativa consegna dei bagagli in banchina. Siamo quindi pronti alla ripartenza, che sarà comunque graduale, di un settore importantissimo per l’economia portuale, territoriale e regionale. I numeri stimati per gli imbarchi da Civitavecchia della prima nave della MSC che partirà lunedì prossimo si aggirano tra i 500 e gli 800 crocieristi e, considerata l’assenza di passeggeri sbarcanti, d’accordo con tutti gli attori interessati, si è deciso di soprassedere, per questa prima fase iniziale, alla riapertura di Largo della Pace; valutazione che sarà rivista, di settimana in settimana, in base alle nuove prenotazioni. E’ il caso di ribadire l’essenziale supporto di ASL e USMAF che hanno dettato i margini procedurali entro i quali era consentito muoversi al fine di garantire la salute dei passeggeri e del personale coinvolto, fino al prevedere e procedimentare ogni possibile caso di positività al virus eventualmente riscontrato, elaborando piani di gestione estremamente dettagliati dal momento dell’individuazione dell’eventuale positività, alla gestione della quarantena fino all’eventuale trasporto del soggetto positivo presso strutture già individuate. Tutto ciò mediante protocolli e procedure condivise tra USMAF, ASL, RCT e MSC”.

“Un importante passo compiuto da questa AdSP, insieme all’amministrazione comunale – conclude di Majo – è stato quello di recepire le istanze espresse dagli operatori convenuti alle riunioni di coordinamento circa l’esigenza di ottimizzare lo spostamento dei passeggeri crocieristi tra nave e stazione ferroviaria di Civitavecchia. In poche ore, come noto, è stato infatti siglato il Protocollo d’Intesa tra AdSP e Comune in modo da rendere immediatamente effettivo il servizio di linea speciale e dedicata che consente tale collegamento diretto”.

Per martedì 18 agosto, all’indomani della ripartenza, è già in programma un ulteriore incontro per compiere un’analisi critica della giornata precedente e avere aggiornamenti da MSC sulle previsioni di imbarco e sbarco per l’approdo successivo.