Respinto il ricorso del Comune: legittima la compravendita tra Arsial e Campeggiatori la Frasca

CIVITAVECCHIA – Con sentenza emessa lo scorso 16 giugno il Tribunale civile di Civitavecchia, respingendo la proposta avanzata dal Comune di Civitavecchia, ha riconosciuto la piena validità dell’atto di compravendita stipulato tra Arsial e Società campeggiatori Pineta la Frasca, attuale proprietaria del compendio immobiliare dove sorge l’omonimo camping.

“Si tratta di un risultato molto importante – commenta in una nota stampa la Società campeggiatori – con la quale è stata definita una vicenda che da quasi quattro anni ha avuto gravi ripercussioni per la Campeggiatori Pineta la Frasca, sia in termine di immagine sia in termini di investimenti perduti. Nel corso di questi quasi 4 anni di controversie giudiziarie abbiamo sempre riposto la nostra più totale fiducia nell’operato della magistratura che, con la decisione di ieri, ha confermato la legittimità dell’operato della nostra società. Resta ovviamente il fatto che, a subire gli effetti negativi dell’iniziativa giudiziaria intrapresa dall’Amministrazione comunale, è stata l’intera comunità locale che ha visto inevitabilmente frustrate nuove occasioni turistiche. La società, che ha già calendarizzato l’avvio dei lavori di ristrutturazione della struttura turistica, valuterà comunque eventuali iniziative per il ristoro dei pregiudizi subiti”.

In allegato la sentenza del Tribunale: Sentenza Compravendita