Regolamento Taxi ed Ncc, il Comune a Codici: “Procedura corretta”

263

CIVITAVECCHIA – L’Amministrazione comunale replica all’Associazione Codici che, nei giorni scorsi, aveva accusato Palazzo del Pincio di non essere stata coinvolta come associazione dei consumatori nella stesura del nuovo Regolamento Taxi e NCC.

Il Comune chiarisce che è di fondamentale importanza precisare che mentre l’Associazione CODACONS fa parte ufficialmente della Commissione Consultiva Taxi e NCC, istituita con Deliberazione di Giunta Comunale n. 161 del 28.10.2016, l’Associazione CODICI non fa parte di quest’ultimo organismo, regolarmente convocato, in data 09.10.2018 e poi in data 17.10.2018 – si legge in una nota del Comune – E’ bene chiarire altresì che il ‘Tavolo di Confronto’, definito impropriamente ‘consulta’, è stato invece, istituito con Deliberazione di Giunta Comunale n. 214/2015, a seguito della quale è stato sottoscritto un ‘Protocollo d’Intesa’ tra il Comune di Civitavecchia e le locali Associazioni di categoria, di cui fa parte anche l’Associazione ‘Codici’. Tale tavolo è stato istituito in osservazione dell’art. 2, comma 461, della L. 244/2007 che prevede l’obbligo di consultare le Associazioni dei Consumatori, a tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti dei servizi pubblici locali, in sede di stipula dei contratti di servizio tra gli enti locali e gestori dei servizi stessi”.

“Prima quindi di parlare di gravi violazioni – prosegue la nota di Palazzo del Pincio – occorrerebbe informarsi sulle procedure già avviate colloquiando, in forma serena e collaborativa, con i competenti uffici comunali. Si auspica, pertanto, che l’approccio delle Associazioni dei Consumatori avvenga in maniera ‘costruttiva’ e che sia scevra da polemiche o allusioni infondate”.