Predisposti gli avvisi pubblici per le nuove concessioni sugli arenili

233

pirgoCIVITAVECCHIA – Storico passo in avanti nel campo delle concessioni demaniali marittime. La Regione Lazio, infatti, ha approvato la delibera n. 543 inerente il rilascio delle nuove concessioni già previste dal Pua (Piano Arenili) votato lo scorso anno dal Consiglio Comunale. L’Assessore al Mare Andrea Pierfederici, a seguito di uno specifico incontro tenutosi con i dirigenti del servizio Demanio della Regione, ha presentato quindi una delibera di giunta con cui ha demandato al dirigente del Servizio Demanio e Patrimonio del Comune, il compito di emanare avvisi pubblici per il rilascio di nuove concessioni demaniali marittime. “Finalmente – spiega Pierfederici – il Comune potrà avviare le procedure di gara per nuove concessioni demaniali stabili. Le prime spiagge ad andare a gara saranno la Marina, il Pirgo ed il Marangone, lasciando ovviamente una percentuale di spiagge libere, come previsto dalla Regione e dal Pua. Ho presentato inoltre alla Regione e al Ministero delle Infrastrutture, uno specifico progetto destinato a ridare nuovo volto alla nostra città e rilanciare il turismo balneare, nonché quello degli sport acquatici. Nel rispetto delle concessioni demaniali preesistenti – sostiene Pierfederici – come La Lega Navale, i Marinai D’Italia, il Grotta Aurelia e la Baia dell’Orso, realtà che meritano di essere rivalutate, sentite anche le associazioni di categoria, questa Amministrazione intende realizzare opere di protezione a mare, barriere soffolte, interventi di ripascimento delle spiagge, creando un arenile che colleghi la Marina alla punta del Pecoraro”. Nello specifico, nel progetto di oltre 40 milioni di euro, sarebbe inserita anche la realizzazione dello stadio del Surf davanti Piazza degli Eventi ed il raddoppio della passeggiata Tahon de Revel, sotto la quale verranno realizzate strutture turistico ricettive. “Nel progetto – conclude Pierfederici – è stata prevista anche la riqualificazione del Pirgo e la ristrutturazione degli scarichi fognari, rendendo balneabile in tale maniera il tratto di mare antistante la città”.