“Piccolo commercio sempre più in crisi, urge un Comitato consultivo permanente”

CIVITAVECCHIA – Da Tullio Nunzi, portavoce del movimento politico “Meno poltrone più panchine” riceviamo e pubblichiamo:

“Dopo tre (3) anni di vendite in negativo, il piccolo commercio chiude il 2019 con una ulteriore flessione nelle vendite (- 0,8).
Un dato che certifica la grave crisi del commercio di vicinato, e purtroppo in tendenza contraria alle vendite del commercio al dettaglio in generale (+ 0,8). Una crisi concreta, visibile anche a Civitavecchia, dove negozi storici, o posizionati nel centro della città, vengono chiusi, e da mesi appare il triste cartello ‘affittasi’.
In pratica è entrato in crisi un settore primario per produzione del pil locale e per l’occupazione.
Aggiungo io, un settore che oltre al valore economico ha un valore sociale incalcolabile,garantendo al territorio, sicurezza, vivibilità. Un centro storico che ha iniziato un processo di desertificazione commerciale,che senza interventi forti, rischia di avvitarsi in una crisi strutturale, che avvolge già altri settori portanti di questa città.
I nodi da affrontare immediatamente sono gli affitti, in molti casi inaccessibili, il fisco, il credito, ed un progetto di rilancio generale del settore a partire dal decoro urbano, da un sistema dei parcheggi, e dal sistema dei trasporti.
Ovvio poi la necessità di intercettare quel patrimonio crocieristico, allo stato brado ad oggi, nonostante le promesse e indirizzandolo a itinerari dello shopping e ad un rapporto in sinergia con la città. 
Ribadisco la necessità di un consiglio comunale aperto sul settore, prima che si arrivi a conseguenze drammatiche (visto l andamento economico generale) con perdite di posti di lavoro, e di servizi per i cittadini.
Nel frattempo invito alla costituzione immediata di un ‘comitato consultivo permanente’ composto dalle categorie e dall’amministrazione, che decida gli interventi immediati, necessari, straordinari a mettere fine alle chiusure delle imprese”.

Tullio NunziMeno poltrone più panchine