Parte da “Equologica” la sfida per rilanciare la sinistra

76

CIVITAVECCHIA – Sabato 12 dicembre si è svolta una grande assemblea nazionale digitale, il primo passo per mettere insieme la sinistra, l’ecologia, il civismo e il femminismo che si sono organizzati in questi anni attorno ad esperienze amministrative e sociali.

Questo è stata Equologica, che si è svolta online, organizzata al mattino con 44 tavoli tematici, 8 panel nel pomeriggio e alla fine un’assemblea nazionale. Tutto è stato eseguito in diretta video web su equologica.com oppure su Facebook da migliaia di persone in tutto il Paese.

Presente all’iniziativa anche la civitavecchiese Valentina Di Gennaro che ha partecipato come relatrice al tavolo su “Nuovi tempi di vita e platform societies, coworking e smartworking” ed ha partecipato come uditrice, intervenendo, al tavolo sui “Percorsi femministi, dalla condizione alla soggettività politica.”

Hanno partecipato all’evento, fra gli altri, Roberto Speranza, Elly Schlein, Maurizio Landini, Pierpaolo Bombardieri, Beppe Sala, il sindaco di Istanbul Ekrem ?mamo?lu, gli economisti Jean Paul Fitoussi e Gunter Pauli, il Presidente di Legambiente Stefano Ciafani e la Presidente di WWF Italia Donatella Bianchi, David Sassoli, Mattia Santori, Susanna Camusso, Sandro Ruotolo.

Non è stata la nascita di un partito ma di un luogo di confronto culturale, sarà un luogo per l’azione coordinata nelle istituzioni e nella società – commenta Valentina Di Gennaro – Una scommessa sul collettivo, la politica è un processo collettivo, oppure non è. No alla sinistra che parla solo alle minoranze. Non basta indignarci conto il sovranismo. Occorre sporcarci le mani, fare un corpo a corpo nelle fratture della società italiana”.