Palagrammatico: i proprietari delle auto distrutte ancora senza risarcimento

285

CIVITAVECCHIA – Tornano a farsi sentire i proprietari delle auto rimaste coinvolte dal crollo del Palagrammatico lo scorso marzo. In concomitanza con lo smantellamento della struttura, avviata ieri dal Comune, i cittadini in questione ricordano all’Amministrazione comunale come il crollo causò il grave danneggiamento di sette vetture parcheggiate nell’area di sosta di via Etruria.

“Su indicazione del Comune – rilevano – ci rivolgemmo alla assicurazione, che ci negò qualsiasi risarcimento, dicendo di nuovo di rivolgersi al Comune. Ad oggi ancora nessuna risposta; ricordiamo che molti di noi sono lavoratori, per i quali la macchina viene utilizzata per il lavoro, e le spese sostenute sono state notevoli. Capisco che siamo solo 10 famiglie ma poiché nello slogan del Movimento 5 Stelle uno vale uno, forse una risposta sarebbe utile per capire che l‘amministrazione non è una cosa astratta, ma vicina al problema dei cittadini”.