Osservatorio Ambientale, il PD: “Scelte in base alle competenze o alle appartenenze?”

CIVITAVECCHIA – Dal Gruppo consiliare e dalla segreteria cittadina del Partito Democratico riceviamo e pubblichiamo:

“In un territorio come il nostro, funestato dalle numerose aggressioni all’ecosistema, disporre di un Osservatorio Ambientale dovrebbe rappresentare un’occasione preziosa per la tutela delle popolazioni interessate.
Si tratta di un organismo delicato e utile per monitorare costantemente la qualità del nostro ambiente, per di più con la precisa finalità di programmare interventi concreti a tutela della salute pubblica. Ad esso, per la missione assegnata, dovrebbero riferirsi altissime competenze di governo di ambienti scientifici.
L’auspicio di tutti era che nessun eventuale accordo di lottizzazione avrebbe dovuto trovare forme di giustificazione, trattandosi di un terreno dove si mette in gioco ambiente e salute.
Apprendiamo che è stato definito, dai Comuni che ne sono parte, l’assetto dirigenziale dell’Osservatorio Ambientale, sia per quello che attiene l’Assemblea che per quello che riguarda il suo CdA.
Ci chiediamo, senza ovviamente entrare nel merito di scelte che non sono di nostra pertinenza, se ciascuno dei suoi componenti e rappresentanti sia stato scelto sulla base di quanto solennemente promesso dal sindaco e se il curriculum vitae di ciascuno sia stato valutato con la necessaria e corretta selezione comparativa.
Vogliamo sperare che di ognuno sia stata soppesata la competenza in ordine ad indispensabili e comprovate conoscenze di ordine scientifico ed ambientale tenuto conto che di ambiente e salute, e non di altro, l’Osservatorio ambientale si dovrà occupare con i milioni di euro a sua disposizione.
Tuttavia ha suscitato non poche perplessità l’aver conosciuto dagli organi di stampa molti giorni prima delle stesse prove di selezione, la conclusione alla quale si sarebbe addivenuti.
Il Partito Democratico di Civitavecchia e il Gruppo Consiliare auspicano che esperienza e competenze nello specifico settore non siano state trascurate a favore di interessi che nulla hanno a che vedere con il vero scopo dell’Osservatorio. Ciò significherebbe tradire le aspettative dei cittadini aumentando la divaricazione tra amministrati e amministratori.
L’impegno che sentiamo di assumerci è quello di continuare a lavorare perché la politica sia esclusivo impegno al servizio delle persone e si svolga nel massimo della trasparenza evitando che le ambizioni e gli interessi personali prevalgano sulle funzioni precipue del costituendo Osservatorio ambientale.
Sulle attività dell’organo partecipato dai sei Comuni saremo, come sempre, attenti a che il suo operato si sviluppi con azioni nell’esclusiva cura dell’interesse generale del territorio e della popolazione”.

Il Partito Democratico e il Gruppo Consiliare di Civitavecchia