Onda Popolare alla Lista Tedesco: “Fateci capire da che parte state”

CIVITAVECCHIA – Dal Consiglio Direttivo di Onda Popolare riceviamo e pubblichiamo:

“Riguardo le dichiarazioni della Lista Tedesco e a quanto scritto sui social dal Consigliere Perello in merito alle proteste dei cittadini per la realizzazione del progetto di pescicoltura alla Frasca, sono doverose alcune precisazioni.
Le accuse di sobillare il popolo formulate nei confronti di Onda Popolare trovano le origini in un vecchio modo di fare politica evidentemente caro alla Lista Mecozzi (scusate Lista Tedesco) in cui quando non si sa che posizione esprimere si riconduce tutto alla ‘caciara’ ed alle accuse di minacce.
E’ ovvio che Onda Popolare sostiene, come più volte dimostrato pubblicamente e sui media, la più assoluta contrarietà allo scellerato progetto degli impianti di pescicoltura, ennesimo scempio di un litorale per il quale negli anni abbiamo combattuto aspre e lunghe battaglie politiche al fine di ottenerne la tutela ambientale.
Quindi insinuare che ‘dietro’ alle proteste ci sia Onda Popolare costituisce una falsità, noi siamo ‘davanti’, in prima linea come sempre quando c’è da difendere il territorio, l’ambiente e le qualità della vita dei cittadini.
Quello che non è chiaro è quale sia la posizione politica della Lista Tedesco e dell’intera Amministrazione su tale progetto, partendo dal presupposto che non ci sembra sia così difficile esprimersi a favore, in modo contrario o dire laicamente di non aver capito di cosa si sta parlando.
Per essere ulteriormente chiari, al fine di evitare la ‘caciara’ vi suggeriamo di non affrontare come unico problema quello della Frasca poiché da un lato c’è da dare una risposta ai diportisti ovvero cercare di trovare una soluzione che nella legalità porti a tutelare e mantenere quella pratica nautica e di vivere il mare che ormai sono un nostro patrimonio storico, dall’altro dovreste capire, se siete politicamente favorevoli o contrari al progetto della pescicoltura e valutare quali siano gli strumenti amministrativi per perseguire la vostra linea politica.
Avere un Assessore all’Ambiente che fa spallucce, non è una linea politica accettabile e per questo continueremo a chiedere con forza in tutte le sedi le dimissioni di Magliani, perché la partite ambientali che gravano su Civitavecchia hanno bisogno di competenza e decisione, altrimenti le Amministrazioni, il territorio ed i cittadini continueranno ad essere i ‘pupazzi’ con cui giocano i poteri economicamente forti.
Raccogliamo quindi l’invito che ci è stato fatto e su questo siamo d’accordo: non tollereremo condotte che sconfinano nel profilo penale. Da parte di nessuno.”

Il Consiglio Direttivo di Onda Popolare