Nunzi: “Supportare il settore moda, troppi negozi a rischio chiusura”

CIVITAVECCHIA – Da Tullio Nunzi, del movimento civico “Meno poltrone più panchine”, riceviamo e pubblichiamo:

“Sarebbe utile sapere l’andamento economico dei negozi del settore moda e le eventuali flessioni per quanto riguarda vendite e soprattutto saldi che sono parte determinante dei bilanci; ovvio che molti sono a rischio chiusura.
In alcune città del nord, i dati sono assai traballanti e parlano di fatturati in calo, acquisti in flessione, fino al 7 %.

Si tratta di negozi che vanno dalle calzature e pelletterie, all’abbigliamento, all’intimo, allo sportivo e che sono nella terza stagione di perdite, e quindi a rischio di sopravvivenza. Sono una parte non indifferente del tessuto commerciale di Civitavecchia, e sono altresì una attrazione per il crocierismo. La moda è una delle ragioni per cui si viene in Italia.
Negozi che hanno contribuito a vitalizzare il centro storico, determinando un livello occupazionale non indifferente e contribuendo al pil cittadino.
Colpa dei saldi anticipati? Colpa delle ristrettezze finanziarie e della generale situazione di incertezza economica, legata ai consumi?
Una cosa è certa, un settore che ha dato tanto in termini economici, che ha animato i centri storici, in periodi bui, ha caratterizzato il centro citta insieme alle altre attività, ai pubblici esercizi, e va monitorato continuamente, va supportato con politiche di sostegno e di prospettiva che possano restituire centralità e valore ad un settore in crisi”.

Tullio Nunzi – Meno poltrone più panchine