Nunzi: “L’uscita dal carbone passa per il rilancio del terziario”

CIVITAVECCHIA – Da Tullio Nunzi, portavoce del movimento politico “Meno poltrone più panchine”, riceviamo e pubblichiamo:

“Dai resoconti giornalistici, il primo incontro al ministero per la strategia da attuare per il “dopo carbone” ha evidenziato esiti positivi.
Ribadisco che la centrale a carbone, oltreché la devastazione di un territorio, ha determinato un mancato sviluppo turistico per la città, che nel passato ha sempre e comunque avuto una vocazione turistica, condivisa da un sistema territoriale, capace di coprire gran parte dei segmenti turistici più rilevanti (termale, marino, archeologico, naturalistico).
Non so se al tavolo fossero state invitate le associazioni categoria del terziario; in caso negativo, si tratta di un errore clamoroso, perche l’unica alternativa allo sviluppo energetico è esclusivamente quello turistico, rispettoso di un territorio di cui vive, garante di uno sviluppo sostenibile e compatibile con la tutela ambientale.
Non solo ma credo che per superare il phase out, ci sia la necessità di un piano di rilancio dell’economia locale; economia basata essenzialmente sul terziario, che sta vivendo una situazione di grande difficoltà. Il governo non per niente ha messo in campo il “bonus facciate”, un primo passo, per recuperare i centri storici, e per mettere fine alla patologia delle chiusure (70 mila) e di un miglioramento della qualità della vita.
Pertanto vanno benissimo la darsena grandi masse e gli altri interventi per il porto; ma perché non pensare ad un grande piano di rigenerazione urbana che rilanci un centro storico e le periferie abbandonate, un programma di riqualificazione di un territorio, molto spesso degradato che in molti casa ha creato disagio sociale ed economico.
Confcommercio ad esempio ha già avviato esperienze positive in diverse città, con un accordo con l’Anci.
Credo pertanto necessario che al tavolo ministeriale, ci sia la presenza delle varie organizzazioni di categoria del terziario, vista la rilevanza che questo riveste a Civitavecchia”.

Tullio Nunzi – Portavoce movimento politico “Meno poltrone più panchine”