Nunzi: “I saldi dovrebbero essere un evento di promozione della città”

CIVITAVECCHIA – Da Tullio Nunzi, portavoce del movimento politico “Meno poltrone più panchine”, riceviamo e pubblichiamo:

“Secondo i dati Istat le vendite al dettaglio registrano un calo dello 0.7 a maggio rispetto ad aprile.
Cala sia il piccolo commercio,(0,4) sia la grande distribuzione (3,6), sintomo di una crisi sempre più evidente per il terziario.
Tanto più che anche i saldi estivi 2019 non hanno avuto un inizio brillante e si svolgono in una situazione di tragica difficoltà per il settore dell’abbigliamento e calzature.
Un settore allo stremo, che negli ultimi anni ha perso circa 40 mila imprese, 4mila nel Lazio.
A causa di tasse e spese obbligate, disoccupazione, la spesa delle famiglie per l’abbigliamento si è ridotta di circa il 30%.
Un sistema quello dei saldi ormai non più inteso come reali vendite di fine stagione e che andrebbe totalmente rivisto.
I saldi dovrebbero tornare ad essere un evento ed in tal senso dovrebbero essere accompagnati da eventi.
Per i prossimi saldi si potrebbero immaginare manifestazioni collaterali ed anche una promozione nei confronti dei crocieristi, sempre attenti alla moda italiana.
Potrebbe essere un incentivo in più per visitare la città e per promozionare e supportare il commercio cittadino.
In un settore in crisi necessitano interventi immediati e risolutivi; per capirci totalmente opposti a quelli messi in campo per i dehors: tre anni per una soluzione che rischia di mettere sul lastrico ulteriori aziende”.

Tullio NunziMeno poltrone più panchine