Nunzi: “C’è bisogno di un Assessore al Commercio”

89

CIVITAVECCHIA – Da Tullio Nunzi riceviamo e pubblichiamo:

“Da qui a questo autunno si prevede la chiusura di circa 90 mila imprese del settore terziario.Quattro aziende su 10 prevedono una riduzione del personale.
Un autunno problematico, già anticipato da avvenimenti tragici nel settore della ristorazione.
Nonostante i vari provvedimenti assunti dal governo, in un’ottica di emergenza, ora si ha bisogno di una strategia, in previsione di un rilancio,senza il quale la situazione diventerà tragica. 
Riforma fiscale, riforma del lavoro, su questo si sta lavorando. A livello locale, nella consapevolezza del ruolo determinante che rivestono commercio e turismo, sia nell’occupazione che nella formazione del pil, forse bisognerebbe pensare a ripristinare un assessore al commercio.
C’è bisogno di una figura di riferimento che ascolti ed intervenga; che coordini le varie attività in una situazione che rischia di diventare esplosiva.
Un assessore capace (sul precedente c’era il consenso delle categorie), che proponga una serie di interventi e che dia risposte a coloro che ad oggi risposte non ne hanno avute.
Il lavoro va tutelato, in una città che ha fame di lavoro; vanno tutelate anche le imprese che questo lavoro creano. In una città che di terziario vive l’assenza di uno specifico assessore al commercio, al turismo, appare una vera contraddizione”.

Tullio Nunzi