Medio Tirreno, pace fatta: S. Marinella pagherà

ComuneCIVITAVECCHIA – Si è svolta ieri l’assemblea dei soci del Consorzio Medio Tirreno: presenti tra gli altri i sindaco Tidei, il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola e il rappresentante del Comune di S. Marinella Venanzio Bianchi. Per il Comune di Civitavecchia presente anche il delegato al settore idrico Roberto Bonomi.
L’assemblea ha affrontato la questione del debito contratto dal Comune di Santa Marinella verso il Consorzio Medio Tirreno, che a causa del mancato versamento delle quote consortili fin dall’anno 2006 ad oggi ammonta ormai a circa 1.200.000 euro.
I Comuni soci hanno raggiunto un accordo che prevede il pagamento da parte di Santa Marinella di circa 770.000
euro: 150.000 euro entro il 20 agosto 2012 e il resto attraverso un piano di rientro del debito da concordare).
Le decisioni circa il versamento delle ulteriori somme a completamento del debito saranno assunte da parte del collegio
arbitrale già attivato. Oltre a ciò il Comune di Santa Marinella si è impegnato a deliberare in Consiglio Comunale l’uscita dal Consorzio Medio Tirreno, dopodiché i soci provvederanno alla chiusura del procedimento di liquidazione in atto.
Il Sindaco Pietro Tidei e il Delegato al “settore idrico- acqua pubblica” Roberto Bonomi esprimono soddisfazione per l’accordo raggiunto che sblocca un contenzioso che si protraeva da ben sei anni.
“Il versamento delle somme concordate, infatti – afferma Tidei – permetteranno al Consorzio di rafforzare la propria situazione economica e di programmare alcuni importanti investimenti, tra cui principalmente l’impianto per l’abbattimento dell’arsenico da realizzare al più presto. Un obiettivo quest’ultimo su cui su cui l’Amministrazione Comunale è fortemente impegnata”.